Wine&Veg – Tortino di cous cous ai formaggi su crema di peperoni e rucola fritta

0

Gustosa ricetta estiva che abbina la leggerezza del cous cous al gusto inimitabile dei formaggi

Bentornati a Wine&Veg! Oggi vi presentiamo un nuovo piatto ottimo per la calda stagione estiva: un morbido e saporito tortino di cous cous, alimento tipico dell’Africa del Nord, ma anche del Sud Italia, abbinato perfettamente ai formaggi del nostro territorio, il tutto su una crema di peperoni e rucola fritta.

TORTINO DI COUS COUS

Ingredienti

  • 150 g di cous cous precotto (rinvenuto in 150 ml di acqua aromatizzata con alloro e cardamomo)
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
  • 20 g di porro
  • 50 g di scamorza affumicata
  • 20 g di ricotta salata grattugiata
  • 20 g di Parmigiano reggiano grattugiato

RUCOLA

Ingredienti

  • farina di riso
  • olio per friggere
  • pizzico di sale

CREMA DI PEPERONI

Ingredienti

  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • cipolla
  • sedano
  • carota
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 1 pomodoro piccolo maturo da sugo
  • 2 cucchiai di ricotta
  • 10/12 mandorle pelate, tostate e tritate
  • prezzemolo
  • olio extravergine
  • 1/2 cucchiaino di curcuma in polvere
  • un pizzico di sale
  • pepe
  • peperoncino

INSALATINA

Ingredienti

  • lattuga
  • 1 mela verde
  • 1 cetriolo
  • noci tostate
  • olio
  • sale
  • aceto

Procedimento

Per la preparazione dei tortini, fate bollire per 5 minuti 150 ml di acqua aromatizzata con cardamomo, alloro e un pizzico di sale e fateci rinvenire il cous cous. Affettate il posso, fatelo soffriggere e aggiungetelo al cous cous insieme alla ricotta salata, al parmigiano, alla noce moscata e a un pizzico di pepe. Preparate degli stampini unti e infarinati, riempiteli di cous cous, pressate e infornateli a 200° C per circa 10 minuti, fino alla gratinatura. Una volta infornati, lasciateli raffreddare per alcuni minuti e, infine, capovolgete gli stampini direttamente nel piatto di portata.

Per realizzare la salsa ai peperoni, sbucciate l’aglio, tagliate il porro e i peperoni e fate soffriggere il tutto assieme a una spolverata di curcuma. Nel frattempo, tagliate i pomodorini e aggiungeteli al soffritto. Nel frullatore inserite la ricotta, il pepe, delle noci sbriciolate, un po’ di peperoncino e, infine, i peperoni cotti.

Per l’insalatina, tagliate una mela verde e mettetela in un piatto assieme alla lattuga, a un cetriolo, a delle noci moscate e a un pizzico di sale.

La nutrizionista Lorenza Tiberii

“L’ingrediente principe di questo piatto è il cous cous, un alimento a base di semola di grano duro macinata. E’ un ottima alternativa alla pasta e ha una buona quantità di fibre che lo rendono molto digeribile e, inoltre, ha una buona concentrazione in sali minerali, come fosforo, rame e magnesio. E’ più dietetico della pasta per la sua capacità di assorbire molta acqua e per il suo indice di quantità più alto. E’ un alimento molto energetico che ci dà forza e vigore per tutta la giornata. E’ ottimo l’abbinamento con peperoni e formaggi poichè sono dei cibi fortemente aromatici e, quindi, rendono il piatto molto gustoso”.

Il sommelier Francesco Properzi Curti

“E’ una ricetta particolarmente gustosa e profumata. Il cous cous gratinato al forno in sè non esprime una particolare gustosità, ma unito a formaggi, quali l’Asiago con ricotta e parmigiano reggiano grattugiati, riesce a creare un piatto saporito e fragrante. Sale, pepe e noce moscata completano ottimamente il tutto. Sul classico soffritto di cipolla, sedano e carota la crema di peperoni con pomodorini e ricotta accompagnano magnificamente il tortino, accentuandone il profumo e l’intensità. La grassezza dei formaggi, la persistenza dei peperoni, la speziatura del pepe nero e della noce moscata e la leggera untuosità della rucola fritta, che ricorda vagamente il sapore delle patatine fritte, ci fanno pensare a un vino particolarmente fresco, intenso e persistente. Tuttavia, l’evidente predominanza dei formaggi non può non farmi concentrare su di un vino la cui effervescenza riesca a sposarsi con la grassezza dei formaggi. Non posso non consigliare un ottimo spumante rigorosamente servito alla giusta temperatura di servizio, come il Khaos Rosarubra“.

Leave A Reply