WineTour tra Talgarth e Londra

0

Tipicità gallesi e abruzzesi si incontrano nel Regno Unito, per dare vita ad un gemellaggio enogastronomico e culturale

Talgarth è una cittadina di circa 2.000 abitanti nel centro del Galles, nazione che, insieme all’Inghilterra e alla Scozia, compone la Gran Bretagna. Il suo nome significa “piede delle colline” e deriva proprio dalla posizione della località, adagiata ai piedi di quelle che vengono chiamate montagne nere.

Tra Talgarth e le montagne nere, proprio all’ingresso del parco nazionale, troviamo il castello di Brollyn, una fortezza circolare in pietra alta circa 80 metri. Costruita intorno all’undicesimo o dodicesimo secolo il Brollyns castle è considerato uno dei monumenti storici del Paese.

Una parte importante della storia di Talgarth è rappresentata sicuramente dal mulino ad acqua, il Talgarth Mill. Costruito intorno al 1800, oltre ad essere un simbolo cittadino fornisce quotidianamente la farina per la produzione del pane locale.

Talgarth è gemellata dal 2014 con un piccolo comune abruzzese della provincia di Chieti: Pizzoferrato. Le delegazioni di entrambe le cittadine si sono incontrate qui nel cuore del Galles, unendo storie, culture e tradizioni enogastronomiche. Come i tipici arrosticini abruzzesi, lavorati in loco dai cittadini di Pizzoferrato, ma con la carne delle pecore gallesi. Le tipicità gastronomiche delle cittadine gemellate sono state accompagnate dai vini della tenuta biodinamica Rosarubra.

Lasciati Talgarth e il Galles, ci siamo diretti verso Londra, in Inghilterra, per partecipare un altro fortunato gemellaggio enogastromico all’interno dell’enoteca Vinarius. Qui oltre agli arrosticini e ai vini made in Italy, apprezzatissimi sia dal pubblico inglese sia da italiani e abruzzesi residenti a Londra, non è mancato un altro prodotto tipico d’Abruzzo: le pallotte cacio e ovo.

La serata è stata dedicata alla raccolta fondi per le vittime di Rigopiano.

Leave A Reply