Wine&Veg – Chitarra con pallotte di Tofu

0

Ad un buon piatto di chitarra non si rinuncia mai, neanche d’estate. Ma come fare ad avere una versione vegetariana della classica versione con le “pallotte”? Ecco cosa si è inventata la nostra Paola

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • chitarra 400 g
  • 300 g di tofu
  • 50 g di pane
  • 70 ml di latte di soia
  • 1 cucchiaio di farina di ceci
  • 1 l di passata di pomodoro
  • un pugno di pecorino abruzzese grattugiato
  • 1 cipolla intera
  • 1 carota
  • noce moscata
  • sale, pepe, olio evo

Procedimento

Tritate finemente la cipolla e il tofu dopo averlo lasciato scolare, poi mettete il pane in ammollo per qualche minuto in una ciotola piena di latte di soia (o acqua) e una volta ammorbidito fatelo scolare e mettetelo in  una terrina. Aggiungete tutti gli altri ingredienti tritati: tofu, pecorino, noce moscata, un cucchiaio di farina, sale e pepe e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Fatto ciò iniziate a modellare delle palline del diametro di poco più di mezzo centimetro per poi friggerle in un tegame con un filo d’olio d’oliva. Sempre con un filo d’olio aggiungete la carota e la cipolla finemente tritate in una padella, una volta ben dorate aggiungete la salsa di pomodoro e lasciate cuocere per una decina di minuti. Aggiungete le polpette fritte e fatele insaporire per un’altra decina di minuti. In abbondante acqua salata cuocete la pasta, scolatela e versatela in un recipiente, condite versando il sugo e girando gli spaghetti. Alla fine aggiungere in superficie il sugo con le polpette e abbondante pecorino grattugiato.

La nutrizionista Lorenza Tiberii

“La scelta di Paola di proporre in versione vegetariana un piatto così tipico della nostra tradizione è molto audace e per questo mi piace molto. Parliamo dell’alimento che caratterizza il condimento di questo primo piatto, che è il tofu. Il tofu è un alimento derivato dalla cagliatura del succo estratto dalla soia, è un alimento 100% vegetale e per questo privo di colesterolo. La sua produzione, per darvi un’idea, è molto simile a quella del formaggio; è un alimento dall’alto contenuto proteico, ovviamente di proteine vegetali perché la soia da cui deriva è un legume, è discretamente ricco in vitamina C, ma soprattutto è ricco in calcio e questo lo rende una validissima alternativa ai formaggi soprattutto per chi soffre di colesterolo alto, o comunque per chi ha un’intolleranza al lattosio, visto che il tofu ne è completamente privo. Ha un sapore completamente neutro e questo consente di insaporirlo in base ai nostri gusti personali nelle varie ricette. Non mi resta che augurarvi buon appetito!”

Il sommelier Francesco Properzi Curti

“La ricetta che abbiamo appena visto, è la classica chitarra alla teramana con la variante delle pallotte di tofu: un classico soffritto di olio, cipolla e carota sul quale vengono dorate le pallotte di tofu, pane e pecorino e con una successiva aggiunta di pomodoro, noce moscata, pepe e un bicchiere di vino rosso. un piatto dalla evidente tendenza dolce di quasi tutti i suoi ingredienti: pasta, pane, tofu, latte di soia, farina di ceci, che ben si compensa con l’acidità del pomodoro. E’ saporito e gustoso grazie al tofu soffritto e ai profumi del pecorino e anche delicatamente speziato. Per questo piatto ho scelto un vino biologico della cantina Torri, nel Teramano, patria della D.O.C.G. abruzzese: il vino si chiama Bakan, un rosso vinificato esclusivamente in acciaio, morbido, fresco, giustamente tannico, abbastanza persistente e dotato di una buona alcolicità.”

Leave A Reply