La Banca Centrale Cinese dà il via ai primi test pilota per lo Yuan digitale in Cina

In Cina la valuta digitale si prepara a diventare realtà: Yi Gang, della Banca Centrale Cinese, ha annunciato che avrà lo stesso grado di anonimità del contante, ma con una maggiore sicurezza, in quanto gestita in modo interamente centralizzato e registrata nel backend della Banca Centrale, per rendere i pagamenti online più sicuri e immuni alla contraffazione.

Il progetto, che era in elaborazione sin dal 2014, sarà sottoposto a dei test pilota in ambiti delimitati in quattro città cinesi: Xiong’an, Shenzhen, Suzhou e Chengdu. A Xiong’an, città satellite di Pechino nella regione dello Hebei, colossi americani del fast food come Starbucks, McDonald’s e Subway parteciperanno al test; a Xiangcheng, quartiere della città di Suzhou, metà dello stipendio dei funzionari pubblici sarà erogato in forma digitale.

Il passaggio dal contante alla valuta digitale in Cina presenta un vantaggio strategico, in quanto già da anni la popolazione cinese delle fasce più disparate è abituata ad effettuare i pagamenti quotidiani con il proprio smartphone, grazie alle app di mobile payment come WeChat o Alipay. La Cina del domani sarà sempre più digitale, e le aziende che vogliono operare sul mercato cinese devono farsi trovare pronte e dotarsi di una vasta scelta di servizi online, per far sì che il consumatore cinese sia a suo agio trovando la digitalità che si aspetta ogni volta che si approccia allo shopping.

La Banca Centrale Cinese dà il via ai primi test pilota per lo Yuan digitale in Cina

Chinese (Simplified)EnglishItalian